Gli Istituti Educativi salvano i fossili

Dal Corriere della Sera, edizione del 6 giugno 2015:

20150516_120910

Gli Istituti educativi salvano i fossili. Contributo da 25 mila euro: il paleontologico di Cene torna ad aprire nei fine settimana 

Dopo il niet del Comune di Bergamo, il sì degli Istituti Educativi. Per il Parco paleontologico di Cene chiusura scongiurata, almeno fino a fine anno, grazie alla Fondazione di matrice cattolica, che ha concesso un contributo per la gestione pari a 25mila euro. L’Amministrazione cittadina a maggio aveva annunciato, con l’assessore alla Cultura Nadia Ghisalberti, che non avrebbe accolto l’appello lanciato dalla Comunità montana Valle Seriana per salvare il Parco. Il giacimento di fossili dove nel 1973 fu scoperto l’Eudimorphodon ranzii, l’esemplare più datato di pterosauro (220 milioni di anni) mai scoperto e denominato «Eudi», stava rischiando la chiusura per carenza di fondi: dei 33 mila euro annui di costi, la comunità montana, quale ente gestore, si è detta disposta a sostenerne 18mila, ma ha chiesto che i 15 mila per i servizi didattici diretti ai visitatori, soprattutto scolaresche, fossero sborsati dal Museo di Scienze Naturali «Caffi» di Bergamo, quindi dallo stesso Comune capoluogo. Il Caffi ha sin dall’inaugurazione del giacimento curato la parte scientifica, la valorizzazione dei fossili e coordinato le attività didattiche. Ora la buona nuova. Dal 13 giugno torna l’apertura al pubblico nei giorni di sabato e domenica. «Il 16 maggio — spiega il Presidente della Comunità Montana Alberto Bigoni — abbiamo incontrato in un apposito sopralluogo a Cene i rappresentanti del Comune di Cene e di Bergamo, del Museo di Scienze naturali e della Sovrintendenza dei Beni Culturali. L’incontro era teso a rivedere i rapporti tra i vari enti coinvolti nella valorizzazione del sito, dato atto che i protocolli che hanno permesso la realizzazione del parco stesso risultavano scaduti da oltre dieci anni. Intervallo temporale durante il quale la Comunità Montana Valle Seriana ha provveduto alla copertura economica necessaria alla gestione e pubblica fruizione del Parco, pur in assenza di specifici accordi tra i vari soggetti coinvolti». Contestualmente la Comunità Montana Valle Seriana si è mossa per reperire le risorse per garantire l’apertura estiva del Parco stesso, chiedendo alla Fondazione Istituti Educativi di Bergamo di poter contribuire allo scopo con una formula una tantum. Ieri è giunta la risposta positiva dell’ente. Da sabato 13 giugno il Parco Paleontologico di Cene riapre dunque al pubblico nei fine settimana, di sabato e domenica pomeriggio. Fino a fine giugno si potrà accedere dalle 14 alle 18. Da luglio a settembre l’apertura sarà più ampia: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18 nei giorni di sabato e domenica. Diana Campini

Altri articoli sull’argomento: clicca qui.