La Diocesi di Bergamo su Sessa

La Diocesi di Bergamo dice la sua sulla posizione del sindaco di Torre Boldone: fonte.

Che sia l’opposizione ai profughi ospiti alla Cà Matta («anche per mancanza di garanzie igienico-sanitarie. Si parla tanto del virus Ebola», disse in una effervescente intervista) o l’istituzione delle ronde, o meglio, come le chiamano da quelle parti, dei VOT, Volontari Osservatori del Territorio, cittadini che monitorano il paese passeggiando alla ricerca di facce sospette, Claudio Sessa, Sindaco di Torre Boldone, eletto nel 2009 con la Lega e confermato nel 2014 a capo di una lista civica, sa come bucare i media e finire sulle pagine di giornali e social network. Peccato per lui che l’ultima sua uscita sia sotto il segno della disinformazione. Speriamo non voluta.

Continua qui.